Archivi tag: tempo

Tempus fugit

La colonna sonora dell’esistenza è il tic-tac di un orologio. Su quel ritmo sincopato danzano tutte le forme di vita, e vi danzano le vibrazioni che esse emanano, i sentimenti e i pensieri e anche le movenze caute e bianche … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , | 16 commenti

Scherzetti temporali

Mi sembra strano. A queste parole possiamo ricondurre l’origine delle pieghe temporali che prese la storia, laddove le possibilità si diramavano in tutta una serie di strane circostanze. “Mi sembra strano”, disse uno qualunque quando vide quello che era successo. … Continua a leggere

Pubblicato in Storie (con morale) | Contrassegnato , , , , | 35 commenti

I miei saluti a Babbo Natale

Tu dici di sì, io dico di no. A Natale è come nel resto dell’anno: le contraddizioni sono sempre al loro posto, solo che noi siamo pronti a spalarci sopra la sabbia che si usa per ripascere i litorali, quella … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , | 11 commenti

[The Others]/2 Gusto e disgusto (alla ricerca del capolavoro assoluto)

Quando ho chiesto al mio amico Dan un parere su un brano musicale che io amo molto (Struggle for Pleasure di Wim Mertens), mi ha risposto così e ha concluso dicendo che la musica minimalista non incontra il suo gusto … Continua a leggere

Pubblicato in letto-visto-ascoltato, the others | Contrassegnato , , , , , , | 10 commenti

Il senso dei fiori ovvero Dell’anonimato e dell’attesa

[Premessa: l’idea di questo racconto è nata da un fatto realmente accaduto, narrato da Ludmilla in un post, e dalla discussione che ne è nata. Tutto quanto ne deriva, però, è successo solo nella mia testa. È venuto come è venuto, … Continua a leggere

Pubblicato in Storie (con morale) | Contrassegnato , , , , , , , | 54 commenti

Napoli #0 (non la possono capire tutti)

Qualche mese fa Antonio Menna, uno scrittore mio conterraneo, pubblicò sul suo blog un post in cui sosteneva, in toni ironico-sarcastici, che i napoletani non devono viaggiare. L’articolo mi colpì molto, un po’ come può fare un pugno allo stomaco … Continua a leggere

Pubblicato in Diario di bordo | Contrassegnato , , , , , , | 8 commenti

La fonte, non il nome

Confusi, ombra tra le ombre. Riassume tutto quello che abbiamo paura di essere: la frazione di passo che separa Achille dalla tartaruga, le coordinate dell’elettrone intorno al nucleo in un determinato momento, il respiro del gatto di Schrödinger. Qualcosa di … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , | 29 commenti