Archivi tag: Dio

Caro Dio

Caro Dio, ho deciso di scriverti perché io e te non abbiamo parlato spesso, c’è sempre stato qualche difetto di comunicazione tra noi. Io non capisco i tuoi messaggi, il tuo modo di esprimerti; tu, dal canto tuo, non hai … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni, Storie (con morale) | Contrassegnato , , , , , , , | 48 commenti

Riposo

I medici curano, Dio guarisce. Oh sì, vorrei crederci. Vorrei poter contare su un dio che sorveglia, su un dio che ama. Come sarebbe confortante la fatica, come sarebbe affrontabile il dolore, come sarebbe leggera la responsabilità, se solo sapessi … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , | 37 commenti

Al Diavolo

Ad un certo punto, in quella che nella nostra concezione del tempo noi definiremmo “una mattina”, Dio si svegliò dopo un lungo sonno. Stiracchiò la sua essenza, nel modo in cui l’essenza necessita di essere stiracchiata, cioè allungando la coscienza, … Continua a leggere

Pubblicato in Storie (con morale) | Contrassegnato , , | 45 commenti

Le pagine della memoria

Ogni tanto rovisto fra le pagine della mia memoria. Sono tutte scritte a matita, perché la memoria sbiadisce col tempo, si cancella, ci si riscrive sopra, ma è impermeabile come la grafite, la puoi conservare e creare anche sott’acqua, sommerso … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , , | 14 commenti

Lui non sa adorare

Immaginate la scena. Sono seduto in attesa di un pullman, con Stefania. Siamo pigiati l’uno di fianco all’altra sopra un grosso masso, a margine dell’aiuola in cui sono infissi i cartelli con le indicazioni turistiche e una breve storia di … Continua a leggere

Pubblicato in Diario di bordo | Contrassegnato , , , | 8 commenti

La vita è del segno dei gemelli

La vita è del segno dei gemelli. Se esistesse una personificazione dell’esistenza, antropomorfa come una divinità greca, non sarebbe una versione luminosa della morte – donna vestita di bianco e col cappuccio calato sul volto a nasconderne i lineamenti – … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , | 31 commenti

[The Others] Dio è morto: da Bach a Mertens

Eccoci qua, finalmente qualcuno ha voluto farmi l’onore di dare un senso allo spazio “the others”. Cosa pensate di portarvi, da leggere, sotto l’ombrellone, Ken Follet o Marcel Proust? Cosa mettete nell’iPod, Bach o Wim Mertens (o Max Pezzali, Marco … Continua a leggere

Pubblicato in letto-visto-ascoltato, the others | Contrassegnato , , , , , , , , | 4 commenti