Archivi tag: bellezza

[The Others]/2 Gusto e disgusto (alla ricerca del capolavoro assoluto)

Quando ho chiesto al mio amico Dan un parere su un brano musicale che io amo molto (Struggle for Pleasure di Wim Mertens), mi ha risposto così e ha concluso dicendo che la musica minimalista non incontra il suo gusto … Continua a leggere

Pubblicato in letto-visto-ascoltato, the others | Contrassegnato , , , , , , | 10 commenti

Il senso dei fiori ovvero Dell’anonimato e dell’attesa

[Premessa: l’idea di questo racconto è nata da un fatto realmente accaduto, narrato da Ludmilla in un post, e dalla discussione che ne è nata. Tutto quanto ne deriva, però, è successo solo nella mia testa. È venuto come è venuto, … Continua a leggere

Pubblicato in Storie (con morale) | Contrassegnato , , , , , , , | 54 commenti

Napoli #0 (non la possono capire tutti)

Qualche mese fa Antonio Menna, uno scrittore mio conterraneo, pubblicò sul suo blog un post in cui sosteneva, in toni ironico-sarcastici, che i napoletani non devono viaggiare. L’articolo mi colpì molto, un po’ come può fare un pugno allo stomaco … Continua a leggere

Pubblicato in Diario di bordo | Contrassegnato , , , , , , | 8 commenti

La fonte, non il nome

Confusi, ombra tra le ombre. Riassume tutto quello che abbiamo paura di essere: la frazione di passo che separa Achille dalla tartaruga, le coordinate dell’elettrone intorno al nucleo in un determinato momento, il respiro del gatto di Schrödinger. Qualcosa di … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , , , , , , , | 29 commenti

Letto #1: contraddizione inconoscibilità, bellezza e morte in EMMAUS (di A. Baricco)

Ho letto Emmaus. Non è il più recente fra i lavori di Baricco, ma segna un cambiamento rispetto ai precedenti, è diverso dagli altri suoi romanzi. Non ha l’andatura saltellante di Questa storia, né la surrealtà sognante di Castelli di … Continua a leggere

Pubblicato in letto-visto-ascoltato | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Impressioni di viaggio #1 (Russia)

La prima impressione di Russia l’ho avuta sul volo da Monaco per San Pietroburgo. Sulla mia stessa fila, ma dall’altra parte del corridoio, una donna russa di mezza età si è fatta consegnare tutti i giornali che la hostess le … Continua a leggere

Pubblicato in Diario di bordo | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Quand’ero piccolo, m’innamoravo di tutto (correvo dietro ai cani)

Non ricordo dove l’ho letto, non ricordo chi l’ha scritto, ma qualcuno ha sostenuto che il periodo di apertura di Moby Dick sia uno degli incipit più belli della storia della letteratura. Non so che pensare, è così scarno che … Continua a leggere

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , | 11 commenti